Mappatura Nei

È un esame indolore, non invasivo, consigliato a persone con molti nei. Crea la tua mappa e segui i consigli per la prevenzione.
In cosa consiste la mappatura dei nei?

 

La mappatura dei nei consiste nella realizzazione di una fotografia digitale che, come una mappa, permette di segnalare con precisione posizione, dimensione e caratteristiche di ogni neo sospetto in aree corporee estese. È un indagine indolore indicata per persone con molti nei.


La Mappatura della zona corporea esaminata e le immagini dermoscopiche dei singoli nei vengono memorizzate dal computer. Ciò permette di valutare con precisione a distanza di tempo se un neo ha modificato il suo aspetto ed è quindi da ritenersi pericoloso

Come si esegue?

 

La Mappatura dei Nei è un esame non invasivo e indolore. Per mezzo di una telacamera si acquisiscono a archiviano le immagini. La digitalizzazione delle immagini e la loro archiviazione in un computer, consentono il controllo nel tempo delle lesioni pigmentarie ritenute sospette. 

Analizza e fotografa i tuoi nei

Quali sono i nei pericolosi?

Per nei pericolosi intendiamo quei nei che hanno un aspetto diverso dagli altri, in particolare quei nei che si presentano con forma asimmetrica, bordi irregolari o sfumati, di colore non omogeneo o variegato anche se totalmente indolore al tatto ed asintomatica. Anche la comparsa di una nuova macchia scura che evolve rapidamente. Di fronte a lesioni di questo tipo non è il caso di allarmarsi ma è consigliabile consultare un Dermatologo esperto in Videodermatoscopia Digitale.

Chi può considerarsi a rischio?

Tutti noi possiamo sviluppare un melanoma. Il rischio è maggiore se si risponde in modo affermativo ai quesiti che seguono:

  • Pelle, capelli ed occhi chiari, facilità alle scottature solari

  • Precedenti di scottature solari gravi durante l’infanzia o l’adolescenza

  • Numerose lentiggini

  • Abuso di lampade abbronzanti (più di 10 l'anno ad esempio)

  • Più di una trentina di nei

  • Chi ha già avuto un melanoma in famiglia

  • Nei di forma, dimensioni, colore molto vari
     

Prevenzione. Ma come?

  • Autoesame (come descritto accanto)

  • Fotoprotezione (utilizzare creme schermanti solare con protezione minimo SPF 30)

  • Visite specialistiche periodiche 

  • Epiluminescenza Digitale Computerizzata

Come controllarsi a casa

 

Il Sistema più Semplice è l'Autoesame dell'ABCDE

La variazione di ogni singolo parametro rappresenta l'indicazione per un controllo presso lo specialista dermatologo 

Quali sono i nei a rischio?

 

Sono considerabili nei a rischio quelli:

  • Congeniti (cioè presenti alla nascita) di grandi dimensioni (oltre 20 cm)

  • Insorti da poco tempo e tendono a crescere piuttosto rapidamente

  • Molto scuri

  • Modificati nel tempo

  • Più grandi di 6 mm di diametro

  • Localizzati in zone del corpo soggette a frizione o sfregamento (con l’elastico degli indumenti intimi, le scarpe, i pantaloni, etc.) o a traumi ripetuti (rasoio, pettine)

I nei a rischio non danno necessariamente origine al melanoma; sono nei che però vanno tenuti sotto osservazione, ed è il dermatologo a decidere se è il caso o meno di effettuare un asportazione chirurgica con esame istologico o se effettuare una nuova visita di controllo a distanza di qualche mese.

STUDIO MEDICO

Lun - Ven | 9:00 - 19:00

Si riceve su appuntamento

© 2020 Studio medico Dott.ssa Federica Cavallini | Padova - Italia

  • Grey Facebook Icon